08.10.2018

Consigli per correre con il buio: fare jogging in sicurezza

Con l’avvicinarsi della stagione invernale, le giornate iniziano ad accorciarsi. Chi non vuole rinunciare a correre per mantenersi in forma, potrebbe ritrovarsi a fare jogging al buio o comunque in condizioni di scarsa illuminazione (al tramonto ad esempio oppure all’alba).

Vediamo come continuare a praticare la corsa in sicurezza, senza esporsi a rischi inutili.

Running: 10 consigli utili per chi corre al buio


La regola d’oro è prediligere sempre i percorsi pedonali dedicati agli amanti della corsa
e chiusi al traffico. In alternativa, campi di atletica che, seppur più noiosi dal punto di vista del circuito da percorrere, rappresentano una garanzia contro i pericoli della strada.
Quando questo non è possibile, ecco le precauzioni da adottare per correre al buio, abbassando in modo notevole il livello di rischio.

  1. Tutte le volte che ci si trova in una strada percorsa da veicoli, il comportamento più sicuro è correre sul marciapiede. In caso non ci sia, dovendo rimanere sul ciglio della strada, il consiglio è di correre nella direzione opposta a quella di marcia. In questo modo, si ha la possibilità di vedere da lontano se sopraggiunge un’auto o una moto, prestando attenzione per mettersi in sicurezza.
  2. Nel momento in cui c’è la necessità di attraversare la strada, è doveroso fermarsi all’incrocio o alle strisce pedonali e indugiare qualche secondo, prima di essere certi di poter passare dall’altra parte. Soprattutto è vitale calcolare il tempo debito per farlo. (Quando si intravede un veicolo all’orizzonte, non è facile capire a quale velocità sta viaggiando).

  3. In ogni caso, è sempre preferibile, perlomeno quando si corre al buio, scegliere strade conosciute. Se invece si decide di esplorare un percorso per la prima volta, meglio fare un giro di perlustrazione di giorno, per non farsi sorprendere da imprevisti e possibili ostacoli, correndo al buio.

  4. A tal proposito, quando c’è la possibilità di scegliere, è consigliabile optare per la corsa sull’asfalto o su un terreno pianeggiante, in modo da evitare buche o dislivelli improvvisi e pericolosi.

  5. Meglio evitare di ascoltare musica in cuffia, specie quando si corre la sera o al mattino presto, quando la luce è ancora assente. Nel momento in cui le condizioni visive sono difficoltose, è bene mantenere al massimo livello di efficienza gli altri sensi.

  6. Se si presenta l’occasione, è preferibile scegliere un’uscita di gruppo: il grado di sicurezza infatti aumenta, perché chi guida ha la possibilità di accorgersi già da lontano della presenza di più persone, rispetto invece ad un individuo che corre da solo.

  7. Dotarsi degli accessori giusti per correre, è indispensabile per chi ama praticare questo sport. Nel caso in cui si decida di spingersi oltre le strade illuminate della città, è opportuno ad esempio dotarsi di una pila frontale. In ogni caso, è bene portarne sempre una con sé: in mancanza di quella frontale, si può optare per un modello tascabile da attivare all’occorrenza.

  8. Questo genere di accessori, e in generale tutti i dispositivi di sicurezza passiva, rappresentano dei veri salvavita. Fasce riflettenti da indossare sui vestiti, led luminosi da sistemare sulle braccia, in vita o alle caviglie sono un esempio di luci catarifrangenti che, soprattutto se in movimento, amplificano la visibilità.

  9. A proposito di abiti, è consigliabile evitare quelli scuri. L’alternativa è rappresentata da indumenti sportivi realizzati in colori accesi, come il giallo ad esempio o l’arancione. In mancanza di vestiti colorati o fluorescenti, meglio optare per il bianco. Se invece gli unici capi a disposizione sono blu, grigi o neri, diventa indispensabile indossare il gilet catarifrangente. Se il freddo diventa pungente, l’alternativa più efficace è la giacca fosforescente: sono disponibili in commercio anche pratici modelli che si ricaricano con la luce solare.

  10. Anche le scarpe da jogging sono concepite oggi per tutelare la sicurezza dell’atleta, oltre che ad assicurare il massimo comfort durante la prestazione. Nel caso in cui non si abbia in dotazione un paio di scarpe catarifrangenti, si consiglia di applicare del nastro adesivo riflettente sul tallone.
Se fare jogging è un’abitudine radicata e praticata con costanza ogni giorno, allora il rischio di ritrovarsi a correre al buio ed essere sorpresi da un temporale o dal forte vento, così come da un malore, è elevato. Per queste ragioni, è importante informare sempre qualcuno del percorso che si intende praticare, portare con sé un telefono cellulare e dei documenti d’identità, nonché attivarsi per adottare le misure di sicurezza consigliate e rendersi visibili il più possibile durante la corsa al buio.
 
  • sensibilizzazione
  • campagna

Articoli popolari



Prossimi eventi


  • Rifletti
    14.04.2019
     | Sopraceneri
    Slow-up

  • 15.03.2019 – 24.03.2019 | Bellinzona
    Espo Ticino
    con Polizia Cantonale