14.05.2019

Decalogo del ciclista: bambini sicuri in bicicletta

Quasi tutti i bambini amano andare in bicicletta, che fin dalla tenera età rappresenta uno dei regali più richiesti ai genitori. Un regalo che, però, non è da considerare alla stregua di tanti altri giocattoli: è un mezzo di trasporto e come tale viene utilizzato in strada, convivendo con gli altri veicoli e con i pedoni. Per educare i bambini a un uso corretto della bicicletta esistono alcune regole fondamentali: ecco il decalogo che ti consigliamo di insegnare ai tuoi figli per crescerli come ciclisti responsabili.

decalogo_bicicletta_bambini

 

10 regole per la sicurezza dei bambini in bicicletta

È fondamentale spiegare in modo chiaro ai bambini che tutti i veicoli in strada devono osservare le regole sulla circolazione stradale: essendo un mezzo di locomozione, la bicicletta non è esente.

1. Usare la pista ciclabile

La prima regola relativa alla sicurezza in strada, che i ciclisti devono rispettare, consiste nell’utilizzo delle corsie a loro riservate. Non è sempre possibile disporre di una corsia ciclabile ma, se c’è, il suo uso è obbligatorio: i bambini potranno pedalare all’interno di un percorso “protetto” e i veicoli saranno già preparati all’eventualità di incontrarli lungo il tragitto.

2. Mantenere la destra (tranne nelle rotonde)

Quando si pedala in strada è d’obbligo per i ciclisti, come per tutti, mantenere la destra, evitando invece di ingombrare lo spazio riservato alla circolazione dei veicoli. Quando si ha necessità di salire su un marciapiede o di attraversare le strisce pedonali, è importante ricordare che la bicicletta è un veicolo a tutti gli effetti: bisogna dunque scendere dal mezzo e spostarlo a piedi.

3. Circolare in fila indiana

Una pratica spesso disattesa, anche dagli adulti: affiancarsi agli amici in bicicletta per chiacchierare pedalando non è ammesso ed è molto pericoloso. Meglio procedere in fila indiana, per evitare di occupare metà della carreggiata e ostacolare il traffico. Per quanto riguarda i bambini, i genitori possono affiancarli solo nel caso in cui siano piccoli e poco autonomi: in questo caso, il bambino si posizionerà all’estrema destra della carreggiata, mentre il genitore all’interno.

4. Non correre

Quando sono in sella a una bicicletta, tutti i bambini tendono per gioco ad accelerare la pedalata per sorpassare un amico o per divertimento, attratti dalla velocità. Ovviamente, questo tipo di comportamento va sempre dissuaso e corretto. Quando si corre e si aumenta la velocità, i pericoli aumentano, ancor di più se si affronta una curva o se l’asfalto è bagnato.

5. Conoscere i segnali stradali

La conoscenza presuppone lo studio, che va eseguito a casa con l’aiuto dei genitori: è importante insegnare al bambino a riconoscere i segnali e a rispettare i messaggi che impongono: ad esempio, nel caso dello stop o del dare precedenza. Va da sé che il bambino debba conoscere anche il funzionamento del semaforo e rispettare le sue indicazioni cromatiche.

6. Essere visibili e luminosi

La regola generale in questo caso è: più si è visibili, meglio è! La bicicletta deve quindi essere dotata di un equipaggiamento completo di luci: una anteriore bianca o gialla, una posteriore rossa, set di catarifrangenti rossi per la parte posteriore e gialli per i pedali e i lati della bici. È inoltre buona norma che il bambino indossi un gilet o un giubbino catarifrangente e, più in generale, un abbigliamento dai colori vivaci, oltre a casco e scarpe con adesivi che riflettono la luce.

7. Non usare gli auricolari e tenere le mani sul manubrio

L’utilizzo di entrambi gli auricolari in bicicletta, per parlare al telefono o ascoltare musica, è vietato. È tollerato invece utilizzarne solo uno, così da continuare a sentire i rumori della strada e avvertire per tempo il pericolo. In generale, è però auspicabile che i bambini evitino qualsiasi fonte di distrazione e imparino a fermarsi in un luogo sicuro nel caso debbano utilizzare il cellulare. A questo proposito, tenere oggetti in mano durante la pedalata fa sì che sia molto difficile reggere il manubrio in modo stabile e sicuro. È quindi opportuno sistemare altrove telefono, bottiglietta d’acqua o altro ed essere sempre pronti a frenare all’improvviso o a svolgere manovre tempestive.

8. Indossare il casco

Quando si pedala, soprattutto per i bambini, è necessario indossare il casco. I genitori, seppur non sia obbligatorio, dovrebbero fare lo stesso per dare il buon esempio: il miglior modo per far sì che gli insegnamenti non rimangano solo verbali, ma diventino dimostrazioni concrete.

9. Utilizzare le braccia per segnalare gli spostamenti

Come tutti i ciclisti, anche i bambini devono abituarsi a utilizzare le braccia per segnalare per tempo le proprie intenzioni di movimento ai veicoli che viaggiano alle loro spalle. Per indicare una svolta a destra o a sinistra, bisogna alzare a 90 gradi il braccio corrispondente e solo successivamente effettuare la manovra.

10. Fare manutenzione regolare della bicicletta

Come ogni veicolo che si sposta in strada e nel traffico, anche la bicicletta deve sottoporsi a una manutenzione regolare; l’elemento più importante da controllare sono i freni. Inoltre, è bene accertarsi che il campanello sia funzionante e che le gomme siano gonfie.

In conclusione

Attraverso questo decalogo per i bambini in bicicletta, abbiamo visto quanto sia importante spiegare ai più giovani che la bicicletta è un mezzo di trasporto da utilizzare in modo responsabile, e non un semplice giocattolo. Per questo motivo, è fondamentale studiare le regole e la segnaletica della circolazione stradale insieme ai propri figli e trasferire loro il senso di responsabilità in strada. Tutto questo a tutela della loro incolumità e di quella degli altri utenti della strada.

 

Articoli popolari



Prossimi eventi


  • Rifletti
    02.06.2019
    | Mendrisiotto

    Walking Mendrisiotto
  • Rifletti
    01.09.2019
     | Giubiasco

    Strade in Festa
  • 02.06.2018 - 03.06.2018
    BMW Bike Sessions, prove moto su strada

    • Rifletti
      16-17.06.2018 | Bellinzona
      Tour de Suisse